Home » Banche » LeggeBilancio: GOVERNO ALLUNGA PRESCRIZIONE CARTELLE EQUITALIA NONOSTANTE LA CASSAZIONE

LeggeBilancio: GOVERNO ALLUNGA PRESCRIZIONE CARTELLE EQUITALIA NONOSTANTE LA CASSAZIONE

Nella nuova legge di bilancio, che a detta del ministro Padoan non sarà “lacrime e sangue”, pare che vi siano alcune norme a dir poco scandalose!

Ebbene, il governo ha intenzione di cancellare, con una semplice norma interpretativa, il frutto di anni di battaglie legali culminate con la sentenza delle sezioni unite della Corte di Cassazione di un anno fa, ripristinando il termine decennale di prescrizione per le cartelle non opposte.

In altre parole, se le Sezioni Unite si erano espresse a favore dei contribuenti stabilendo prescrizioni per le cartelle esattoriali non superiore a 5 anni, con questa legge di bilancio si raddoppia il termine, ma solo per le cartelle non opposte, entro il quale lo Stato può pretendere ciò che è contenuto in cartelle vecchie addirittura di dieci anni!!!

Cartelle che erano già prescritte ex lege, ritornano in vita grazie a questa norma scellerata.

E per concludere, il governo ha intenzione di procedere alla cessione a terzi dei crediti non riscossi dall’Agenzia delle Entrate!

Avete letto bene! Renzi si fa bello per aver “abolito” Equitalia e ora introduce una procedura che in confronto le letterine di Equitalia sembrano barzellette!

Queste norme se confermate faranno piangere e sputare sangue a moltissimi contribuenti creando l’ennesima emergenza sociale.

Vanno fermati prima che sia troppo tardi.
Il M5S darà battaglia in ogni sede affinché queste norme spariscano dalla legge di bilancio.

Lascia un Commento