Home » Comunicati Stampa » COMUNICATO STAMPA – M5S, vendita di LGH ad A2A – per AGCM così non va. rinviata al 31 Luglio conclusione del procedimento.

COMUNICATO STAMPA – M5S, vendita di LGH ad A2A – per AGCM così non va. rinviata al 31 Luglio conclusione del procedimento.

<<La vendita di LGH ad A2A, ha bisogno di correttivi per far sì che non leda la concorrenza e per evitare che la posizione di A2A diventi dominante sul mercato in danno ai clienti e consumatori>>

ROMA, 07 LUGLIO – Lo aveva sostenuto il M5S presentando l’esposto all’AGCM e viene confermato ora dal presidente Valotti in occasione della proroga dei temini per la conlusione del procedimento al 31 luglio, parlando del dialogo con l’autorità al fine di ricercare soluzioni per la mitigazione di tale rischio.
<<Il M5S ha ritenuto opportuno segnalare sin da subito alle Autorità competenti la violazione dei principi dell’evidenza pubblica e della tutela del mercato concorrenziale. Il divieto di concentrazione o eventuali stringenti correttivi che verranno apportati alla fusione, eviterebbero la posizione dominante di A2A, lesiva della concorrenza.
Un primo ottimo risultato! ma non è finita qui.>>
Ancora più di rilievo è infatti l’attività di competenza dell’ANAC, l’autorità anti corruzione, che nelle scorse settimane è intervenuta con l’avvio del procedimento di istruttoria relativo alla legittimità dell’acquisizione, da parte di A2A S.p.A. del 51% del capitale sociale di Linea Group Holding S.p.A. (LGH).
La richiesta del M5S è semplice e diretta:
<<Le procedure per la cessione di LGH ad A2A devono essere sospese fino alla pronuncia dell’ANAC.
Concludere l’accordo significherebbe causare un danno erariale e un danno economico ad LGH (società pubblica) a favore di A2A, sua competitor privata nel mercato dei servizi pubblici con conseguente responsabilita’ amministrativa in capo agli organi apicali e dirigenti che hanno posto in essere l’operazione.>>
<<Il M5S da sempre sostiene da sempre l’attività delle Autorita’ amministrative indipendenti, che in questi anni stanno facendo un lavoro immenso, con pochissime risorse ed elevate responsabilità, attraverso una costante attivita’ di denuncia e segnalazione degli effetti distorsivi concorrenziali, della violazione della normativa dell’evidenza pubblica, denunciando anche la responsabilità amministrativa per danno erariale degli organi amministrativi, ogni qual volta abbiano posto in essere operazioni in violazione della normativa di legge.>>

Lascia un Commento