Home » Economia » Costo orario del lavoro Italia Vs Germania.

Costo orario del lavoro Italia Vs Germania.

La Germania è oggi il polo manifatturiero europeo, ma il costo orario dei suoi lavoratori è superiore a quello di molti altri Paesi concorrenti, Italia in primis.
 
Come ha fatto a diventare la potenza industriale che è oggi senza abbattere i salari?
 
Semplice, per lo meno a parole: durante i primi anni dell’Euro ha puntato tutto su innovazione e produttività investendo tanti capitali sia pubblici che privati.
 
Il risultato è il secondo grafico che mostra la crescita del Costo del Lavoro per unità di prodotto dal 1993 al 2015. In Germania il Costo per produrre un bene è aumentato, in 22 anni, del 20%, in Italia per produrre lo stesso bene il costo è aumentato del 40%: il doppio meno competitivi.
 
Mentre in Germania le riforme del lavoro tenevano i salari stagnati ma comunque alti, si sono introdotte misure di sostegno al reddito per i più poveri e, sul fronte aziendale, si è puntato tantissimo sulla ricerca della produttività.
 
Oggi possono offrire al mercato europeo prodotti a costi inferiori, possono pagare i loro dipendenti di più di quanto possano permettersi le aziende italiane o spagnole e possono ricominciare ad aumentare i salari… in Italia diminuiscono.
 
Possono, con una battuta, raccogliere quello che hanno seminato.
 
Per far ripartire l’Italia, ci serve una strategia… che sia quella tedesca?
 
fonte: Eurostat e OCSE

Lascia un Commento