Home » Economia » Detrazioni fiscali per interventi edilizi agli istituti di credito? Se confermato sarebbe la svolta

Detrazioni fiscali per interventi edilizi agli istituti di credito? Se confermato sarebbe la svolta

Ho letto che nel prossimo decreto di maggio si arriverà finalmente alla cessione delle detrazioni fiscali per interventi edilizi agli istituti di credito. Se questa indiscrezione fosse confermata sarebbe la svolta per tutto il settore edilizio.

COSA SIGNIFICA CEDERE UNA DETRAZIONE FISCALE?
Un detrazione, ovvero uno sconto delle tasse, è fruibile, banalmente, quando hai tasse da pagare.
Parliamo di IRPEF, quell’imposta che paghi in busta paga mensilmente o che paghi in occasione della dichiarazione dei redditi, il 730.
Se hai sufficiente IRPEF lo stato ti restituisce parte di quell’IRPEF già pagato, oppure te lo sconta su quello che dovrai pagare.
Se non hai sufficiente IRPEF? lo sconto/rimborso di cui avresti diritto si perde!

ECCO ALLORA LA CESSIONE:
cedendo questo sconto a qualcuno che di imposte da pagare sicuramente ne ha, esempio l’impresa che realizza la ristrutturazione, tu potrai godere del 100% della detrazione sotto forma di uno sconto in fattura.

E SE L’IMPRESA NON DOVESSE AVERE SUFFICIENTE CREDITO FISCALE, OVVERO, SE ANCH’ESSA FOSSE INCAPIENTE?
Ecco la contro-cessione a banche e istituti di credito.
A quel punto la detrazione si trasforma in moneta, denaro, liquidità a beneficio dell’impresa, mentre la banca sconterà la detrazione sulle tasse che dovrà pagare allo Stato.

Ora dobbiamo solo capire le modalità con le quali questo meccanismo verrà attuato.

Varrà, ad esempio, per tutte le tipologie di intervento edilizio e non solo di riqualificazione energetica?

La detrazione ceduta alle banche sarà immediatamente liquidata sul conto corrente dell’impresa o a decorrere da una certa data?

E soprattutto, cosa dicono gli uffici del MEF e della Banca d’Italia di questa misura che storicamente si oppongono alla cessione agli istituti di credito dei crediti fiscali?

In ogni caso questo è un sogno che si realizza. Nella passata legislatura abbiamo lottato in tutti i modi per potenziare e ampliare lo strumento delle detrazioni edilizie, consapevoli della loro enorme potenza a beneficio di tutto il settore.


Quello che vedete è solo l’ultimo dei mille articoli ed emendamenti che avevo proposto con i colleghi del M5S in parlamento e a cui abbiamo sempre ricevuto diniego totale dagli uffici della ragioneria dello Stato e della Banca d’Italia.

Che stia cambiando finalmente qualcosa nei palazzi romani? Portiamo a casa questo ennesimo e magnifico risultato e restiamo orgogliosi del Movimento 5 Stelle!

Lascia un Commento