Home » Commissione Finanze » Siamo troppo diversi. Germania e Italia, sistemi bancari a confronto

Siamo troppo diversi. Germania e Italia, sistemi bancari a confronto

Questi grafici dimostrano le nette differenze tra il nostro sistema bancario e quello tedesco.

Figura 5 – CATEGORIE DI RISCHIO. Le banche italiane sono molto più esposte verso il c.d. “rischio di credito” (cioè il rischio che imprese e famiglie non paghino prestiti e mutui) mentre le banche tedesche, molto più attive nel mercato finanziario e quindi più propense alla speculazione, sono più esposte e soggette alle bolle finanziarie che coinvolgono la finanza mondiale.
In due parole “economia reale contro speculazione finanziaria”.
(Fonte: EBA, 2015 EU-wide Transparency Exercise – aggregate report)

fig5

Figura 6 – ESPOSIZIONE VERSO DERIVATI. L’incidenza del valore nozionale dei contratti derivati, sul totale degli attivi delle banche Italiane, è quasi un quarto rispetto alle sorelle tedesche e se guardiamo l’incidenza sul patrimonio netto la differenza è ancora più accentuata. In due parole basta ricordare i 54.000 miliardi di esposizione verso derivati della sola Deustche Bank.
(Fonte: Mediobanca, R&S – Il Sole 24 Ore del 14/02/2016)

fig6

Figura 7 – LEVA FINANZIARIA. E’ il rapporto tra il totale degli attivi e il patrimonio. In altre parole ogni 100 euro iscritti a patrimonio, le banche italiane prestano o meglio impiegano circa 18 euro contro i 27 euro delle banche tedesche. Quindi la Germania può permettersi una patrimonializzazione inferiore che significa un maggior rischio ma anche una miglior propensione al credito rispetto alle banche italiane.
(Fonte: Mediobanca, R&S – Il Sole 24 Ore del 14/02/2016)

fig7

In questo scenario, il nostro premier che fa? Va in Europa a chiedere “Maggiore Europa”!
Il presidente del consiglio vuole che il nostro sistema bancario, di fatto plasmato su un sistema economico reale e particolare come quello italiano, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti, dovrebbe sottostare a regole create su misura sul modello tedesco!
Fermiamolo prima che sia troppo tardi!

La prova di quanto sosteniamo sta nella quarta immagine. E’ un passaggio dell’audizione di Banca d’Italia sul decreto che riforma le Banche di Credito Cooperative.
In sostanza la distruzione del sistema delle BCC territoriali è necessaria a causa delle direttive europee che impongono nuove regole, nuovi meccanismi di risoluzione, nuovi parametri di salvataggio.
fig8

Come sempre la colpa è dell’Europa!

Vogliamo dare tutta la colpa all’Europa?
Ok, però cari colleghi del Partito Democratico, fate pace con il cervello: se l’Europa è il male dite al vostro bullo di smettere di chiedere “maggiore europa”.

Lascia un Commento