Home » Sanità » Dopo Formigoni la Lombardia è ancora un esempio?
Roberto Formigoni condannato

Dopo Formigoni la Lombardia è ancora un esempio?

Ma vogliamo veramente che la sanità del Paese copi il modello Lombardo? Siamo proprio sicuri che in Lombardia vada tutto bene tanto da essere presa come esempio?

E’ solo notizia di ieri che Roberto Formigoni condannato a scontare 5 anni e 10 mesi di carcere per aver intascato 6 milioni di euro da cliniche private per elargirne 200 di soldi pubblici, dovrà continuare a stare in carcere grazie allo Spazzacorrotti.

Ed è sempre notizia di ieri che il pm di Milano Polizzi ha chiesto una condanna a 2 anni per il neo Viceministro Garavaglia (certo che la promozione è arrivata al momento giusto…) per turbativa d’asta di una gara (11 MLN base d’asta) del 2014 per il servizio di trasporto di persone dializzate quando era Assessore in Regione Lombardia. ..Ci sarebbe anche l’ex Vicepresidente della Regione Mario Mantovani, Forza Italia, ma la notizia dell’ennesimo forzista indagato non fa più notizia.

Il problema è che oggi la Lega continua a spacciare la sanità Lombarda come la Sanità da copiare e replicare in ogni angolo dello stivale.
Ok, siamo d’accordo che tra Lombardia e Calabria ci sia di mezzo un abisso, ma non vuol dire che la Lombardia sia il meglio a cui dobbiamo puntare.

Il sistema che la Lega narra come quello perfetto ha invece dimostrato tutte le sue fragilità: la macchina sanitaria muove centinaia di milioni di euro e dentro quella montagna di soldi si nascondono facilmente corruzione e tangenti. Più grande è la torta e più grande è il guadagno illecito.

Come smontare il giochino? Per cominciare con lo SpazzaCorrotti che come spiega bene oggi Travaglio sul Fatto Quotidiano non è incostituzionale perché, come ha già affermato più volte la giurisprudenza, lo SpazzaCorrotti NON istituisce un nuovo reato, in quel caso non poteva valere la retroattività, ma semplicemente cambia le regole di applicazione della pena: oggi se corrompi, o hai corrotto o corromperai finisci in galera senza attenuanti ergo ci rimani fino alla fine!

Quindi se un tempo i politici si lasciavano corrompere perché sapevano che non avrebbero mai e poi mai rischiato la galera, oggi i vari Formigoni&Co ci pensano su 6 milioni di volte prima di accettare tangenti!

Abbiamo abolito la corruzione? certo che no, ma di sicuro abbiamo dato una bella mazzata ai criminali col colletto bianco.

Lascia un Commento