Home » Sanità » Fontana lo scaricabarile

Fontana lo scaricabarile

E con questa dichiarazione il Governatore a sua insaputa ha toccato il fondo: mai e poi mai il massimo rappresentante di un’ente, un’istituzione o un’azienda deve scaricare colpe sui suoi collaboratori in un momento di crisi.

Credo che questa sia la regola numero uno di un buon amministratore e non ci vuole una laurea per capirlo.

Un capo si assume sempre e comunque TUTTE le responsabilità di qualunque scelta la sua organizzazione adotta, giuste o sbagliate che siano. Dire oggi che la “colpa” di quelle scelte non è sua ma di suoi sottoposti, i “tecnici”, significa:
1) ammettere una colpa;
2) cosa ben più grave, perdere la fiducia dei suoi collaboratori e in guerra questo significa la resa.

Detto ciò, caro Governatore, quello che il mondo intero le contesta NON è la delibera da lei citata con la quale consente alle RSA di aprire ai pazienti covid in determinate e rigide condizioni, quello che le si contesta è la gestione delle RSA prima e dopo quella delibera.

Il problema erano i pazienti COVID già presenti nelle case di cura e di un intero settore lasciato totalmente allo sbando. Abbandonate a se stesse, senza protocolli, senza mascherine le RSA hanno fatto quello che potevano ma le responsabilità sono tutte in capo a Regione Lombardia ovvero nella persona del suo Governatore.

Gli scarica barile sono ridicoli e infantili ma confermano ancora una volta un approccio tipico dei leghisti. Finché va tutto bene il merito è solo loro, appena qualcosa va storto, e sta andando tutto storto, la colpa non è mai loro ma di qualcun’altro. Prima il Governo ora i “tecnici”.

Lascia un Commento