Home » Economia » Togliere subito gli aiuti economici ai Roccoli
Roccoli

Togliere subito gli aiuti economici ai Roccoli

Ho chiesto di levare quell’indegno aiuto economico di 200.000 euro per tre anni ai Roccoli con due emendamenti in assestamento di bilancio, ma la Giunta di Regione Lombardia per evitare di metterli in votazione si è trincerata dietro un vergognoso “Ci sono degli impegni già assunti sul capitolo da ridurre” .

Questi hanno stanziato 600.000 euro da spendere in tre esercizi e li hanno già impegnati tutti!?! E per fare cosa? Per il mantenimento di strutture vietate come i Roccoli, usate fino al 2015 per la cattura di avifauna e che dietro la scusa del “bene storico-culturale” sono oggi diventati un patrimonio da tutelare.

L’assurdità, al limite dell’incostituzionalità, è che per rendere digeribile un finanziamento a questi luoghi di morte si sono inventati il “roccolo come patrimonio storico culturale“. Quando però si sono accorti che le strutture effettivamente beneficiare dell’aiuto erano tre o quattro, hanno dovuto modificare la norma e stralciare il “requisito” storico-culturale. Oggi tutti i roccoli sono possibili beneficiari di questo aiuto economico.

Ma non c’è limite alla vergogna: l’assessore all’agricoltura Fabio Rolfi ha lasciato trapelare, in diverse dichiarazioni, che a fine mese vi saranno importanti novità sui roccoli chiaramente a favore di cacciatore.

Quando approvarono quell’indegno aiuto economico, i “malpensanti” subito presagirono quello che si sta verificando: la riapertura dei roccoli alla caccia. E avevano ragione loro!

600.000 euro bruciati in meno di 6 mesi mentre enti parco, riserve e Centri di Recupero della fauna selvatica rimangono in piedi solo grazie alle donazioni liberali di volontari e sostenitori. Una vergogna.

Roccoli

Lascia un Commento